Rubriche - IN ORTO

In primo piano

Da non perdere

Bonduelle
La nostra passione, la tua ispirazione.

CanederloVerdure_ricetta

 

Che li chiamiate canederli, knodel, oppure balotes o chineghi, la sostanza è la stessa. Il nome deriva da knot, che significa gnocco, e le tracce di questo piatto si perdono a ritroso nella storia per arrivare almeno al 1.200 d.C. con la “mangiatrice di canederli”, figura femminile immortalata in una pittura parietale nella cappella di Castel d’Appiano.

I canederli, vero simbolo del recupero perché confezionati con il pane raffermo, venivano mangiati secondo alcune regole: si consumavano il martedì, il giovedì e la domenica e soltanto di domenica e nei festivi venivano arricchiti con lo speck. Le versioni più semplici prevedono erbette aromatiche o verdure a foglia per insaporire, quelle più ricche nascondono oltre allo speck anche un cubetto di formaggio al centro. Questa versione è a base di verdure miste e si sposa ottimamente con un brodo vegetale e profumatissimo.

 

Ingredienti per 2 porzioni:

Brodo

– 1carota

– 1 gambo di sedano

– 1 cipolla bionda

– ½ porro a rondelle

– 1 bouquet garnì composto da lauro, timo e maggiorana

– qualche bacca di ginepro

– sale

– olio extravergine d’oliva

 

Canederli

– ½ scatola di Fantasia di Verdure Bonduelle

– 130 g di pane raffermo tagliato a cubetti di 1 cm di lato

– 100 ml di latte

– 1 uovo

– qualche cucchiaio di farina

– 1 pizzico di sale

 

CanederloVerdure_ingredienti

 

Preparare il brodo mettendo tutte le verdure pulite e tagliate a pezzi grossi in una pentola capiente. Coprire d’acqua e regolare di sale e di olio. Portare ad ebollizione e far cuocere per almeno mezz’ora, coperto, per impedire l’evaporazione.

Mettere i cubetti di pane in una terrina e bagnarli con il latte. Lasciar riposare 5-10 minuti mescolando con un cucchiaio, poi aggiungere l’uovo con il pizzico di sale e la Fantasia di Verdure. Regolare la consistenza con l’utilizzo della farina.

Ricavare delle palline del diametro di circa 4/5 cm, e depositarle su un piatto.

Filtrare il brodo e mettervi a cuocere tutti canederli così ottenuti per circa 5 minuti. Poi disporre nella zuppiera o nei piatti direttamente a tavola!

 

alessandra giovanile

Ricette di cultura
“Impasto e inforno, friggo, trito e taglio, salto e condisco…e la cucina è il posto dove proprio non riesco a stare ferma. I miei piatti sono una coccola per il cuore e lo stomaco, ma anche il pretesto per scoprire e raccontare la tradizione a tavola. Le mie ricette non sono sempre veloci, ma di sicuro godimento per il palato.”

 

 

COMMENTI (1)

*

Scatena la tua fantasia, non solo in cucina!

Il tuo tocco

Scopri chi sono le nostre blogger

Il team Cook&Blog

Le migliori ricette con i Piselli Naturalmente Dolci

Le vostre ricette

Cook&Blog: natura e attività fisica sono sani alleati

Verdure e Sport

Cook&Blog: come ti invento il pasto fuori casa

Schiscetta Creativa

Cook&Blog: un piatto per ogni regione

Il Buono della Tradizione

Cook&Blog: la verdura è di casa

Cucina di Famiglia

Cook&Blog: Il sorriso vien mangiando

Bambini e Verdure