Rubriche - IN ORTO

In primo piano

Da non perdere

Bonduelle
La nostra passione, la tua ispirazione.

Testaroli_ricetta

 

I testaroli, piatto antichissimo che affonda le radici fino all’epoca dell’Impero Romano, è diffuso oggi in Lunigiana, a cavallo tra Liguria e Toscana.

L’utilizzo della miscela di acqua e farina, normalmente di farro, era da cuocersi nel testo, una padella doppia che risale alla tradizione pastorale della zona quando i flussi di transumanza imponevano ai pastori lunghi periodi lontani da casa. Il testo veniva poggiato direttamente sul fuoco o sulla brace rovente e assicurava un pasto caldo e sostanzioso.

Oggi i testaroli sono quasi sempre conditi con il pesto, ma si prestano anche ad altri sughi saporiti, ad esempio con la crema di parmigiano la cui cremosità fa da piacevole contrasto alle note aromatiche delle Julienne Fili Gustosi appena saltati in padella.

 

Ingredienti per due persone:

– 75 g di farina di grano tenero

– 75 g di farina di grano duro

– 150 ml di acqua tiepida

– 1 pizzico di sale

– 200 ml di latte

– 1 confezione di Julienne Fili Gustosi Bonduelle

– 3 cucchiai di parmigiano grattugiato

– 1 cucchiaino di farina

– 1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva

 

Testaroli_ingredienti

 

Preparare l’impasto per i testaroli mescolando con una piccola frusta le due farine con un pizzico di sale. Poi, senza smettere di mescolare, aggiungere l’acqua tiepida . Bisogna ottenere una pastella fluida, leggermente più consistente di quella delle crepes. Lasciar riposare l’impasto per dieci minuti.

Intanto preparare il condimento, scaldando il latte ed aggiungendovi il parmigiano grattugiato e facendolo sciogliere accuratamente. Poi aggiungere il cucchiaino di farina per addensare un po’ la salsa.

Ungere una piccola padella antiaderente e farla arroventare. Poi deporvi l’impasto dei testaroli a cucchiaiate e distribuirlo con il dorso di un mestolo. Quando l’impasto cotto comincia a staccarsi dal fondo, rigirarlo e cuocerlo dall’latra parte. Deporre poi il tondo ottenuto e prepararne altri, fino ad esaurire la pastella. Tagliare ogni tondo in rombi, i testaroli.

Preparare una pentola d’acqua bollente salata, toglierla dal fuoco e tuffarvi i testaroli per un paio di minuti, in modo che si ammorbidiscano.

Nel frattempo saltare rapidamente le julienne Fili Gustosi diBonduelle in padella per un minuto con un filo d’olio.

Scolare i testaroli, disporli nei piatti e condirli con i Fili Gustosi Bonduelle e la crema di parmigiano.

 

alessandra giovanile

Ricette di cultura
“Impasto e inforno, friggo, trito e taglio, salto e condisco…e la cucina è il posto dove proprio non riesco a stare ferma. I miei piatti sono una coccola per il cuore e lo stomaco, ma anche il pretesto per scoprire e raccontare la tradizione a tavola. Le mie ricette non sono sempre veloci, ma di sicuro godimento per il palato.”

 

 

COMMENTI (0)

*

Scatena la tua fantasia, non solo in cucina!

Il tuo tocco

Scopri chi sono le nostre blogger

Il team Cook&Blog

Le migliori ricette con i Piselli Naturalmente Dolci

Le vostre ricette

Cook&Blog: natura e attività fisica sono sani alleati

Verdure e Sport

Cook&Blog: come ti invento il pasto fuori casa

Schiscetta Creativa

Cook&Blog: un piatto per ogni regione

Il Buono della Tradizione

Cook&Blog: la verdura è di casa

Cucina di Famiglia

Cook&Blog: Il sorriso vien mangiando

Bambini e Verdure