Rubriche - IN ORTO

In primo piano

Da non perdere

Bonduelle
La nostra passione, la tua ispirazione.
Lattuga

Sulle origini della lattuga non esistono certezze, anche se è accreditata l’ipotesi che provenga dalla Siberia. Nota già agli antichi egizi, i medici greci credevano che potesse avere una blanda azione soporifera, mentre i romani ne promossero la coltivazione in tutto l’Occidente attribuendole svariate virtù terapeutiche. Il nome deriva dal lattice che viene emesso alla rottura dei tessuti delle nervature o delle radici.

In Italia viene maggiormente coltivata in Campania, Lazio, Abruzzo, Veneto, Lombardia, Liguria e Piemonte.

Esistono diverse tipologie di lattuga, che possono essere distinte in due grandi gruppi:
•    Lattughe con testa: ovvero che formano un cespo. Tra queste le più diffuse sono la Trocadero, la più coltivata in Italia, e la Iceberg;
•    Lattughe senza testa: non formano un cespo compatto. Si annoverano diverse tipologie, quali Lollo o Spumiglia, Foglia di quercia, Gentilina.

Molto complesso e articolato il panorama delle varietà si arricchisce nel tempo di nuove tipologie. Negli ultimi anni sono infatti in diffusione le lattughe multi-leaf (multi-foglia).

Come tutte le verdure a foglia, la lattuga è ricca d’acqua ed è uno degli alimenti meno calorici che consumiamo sebbene sia ricca di nutrimenti rari e preziosi tra cui la pro-vitamina A o betacarotene, indispensabile per la vista, per la salute della pelle e dei tessuti e la vitamina B9, necessaria per la crescita delle cellule e, di conseguenza, per il rinnovamento dei tessuti.

Fin dall’antichità le venivano riconosciute proprietà calmanti, rinfrescanti e stimolanti dell’appetito, e insieme alle cicorie costituisce la maggior parte delle insalate in commercio.

Verdura “sulla bocca di tutti”, è consigliata anche in ricette inusuali come quella del risotto alla lattuga: abbinamento insolito ma delizioso, che risveglia il sapore leggermente amaro della lattuga stufata, in abbinamento alla dolcezza del riso. Buono a sapersi, no?

Servizio Consumatori

Numero Verde

800 903 160